berlusconi-salvini-meloni-di-maio

Che lavoro facevanoi politici italiani prima di diventare “I politici italiani”? A cosa si dedicavano, i nostri signori della politica, prima di mettersi l’abito elegante e prima di entrare nelle sedi del palazzo?

Sono una donna, sono italiana… Sono giornalista

Attualmente è la donna più in voga nel panorama politico italiano, sta guidando con un certo successo – almeno così raccontano i sondaggi – Fratelli d’Italia. Ma l’eroina del centrodestra ha un passato. Cresciuta nella Garbatella romana, mentre diventava presidente di Azione Giovani (movimento giovanile che si riconosceva nelle idee di Alleanza Nazionale) Giorgia Meloni ha praticato la professione di giornalista per due anni: dal 2004 al 2006 presso il Secolo d’Italia. Successivamente ha conseguito l’iscrizione presso l’Ordine dei Giornalisti della Regione Lazio.

Che lavoro facevano i politici italiani? Giorgia Meloni giornalista

Da Radio Padana è tutto… Buonanotte!

Anche Matteo Salvini, prima di mettersi i panni del Capitano, è stato un giornalista professionista. Ma il suo passato lavorativo, dopo un lavoretto part time presso la catena di fast food burghy, è identificabile nella figura di speaker e cronista per Radio Padania.

Che lavoro facevano i politici italiani? Matteo Salvini cronista

Cameriere, champagne!

Silvio Berlusconi ha avuto mille vite, questa è cosa nota a tutti e anche noi ne abbiamo parlato. Politico, parlamentare, europarlamentare, imprenditore, presidente del Milan, fondatore e leader di Forza Italia, presidente di Fininvest… E così via. Ma Berlusconi, prima di diventare Berlusconi, era un ragazzo con una chiara predisposizione allo spettacolo. Sono tante le testimonianze, in prima persona le sue, che lo vedono come un giovane pianista da Crociera. Voce soave e sorriso smagliante, un Peppino di Capri. Ma più dandy.

Che lavoro facevano i politici italiani? Silvio Berlusconi pianista

Bello de papà

La CHIL Srl è l’impresa della famiglia Renzi, nota all’opinione pubblica per lo scandalo di bancarotta fraudolenta che ha coinvolto il prima persone il padre di Matteo, Tiziano. Prima di diventare sindaco di Firenze, finto comunista, leader del Pd, Presidente del Consiglio, leader di Italia (semi)Viva e medico, Renzi ha lavorato nell’impresa familiare svolgendo varie mansioni nel settore del marketing. Ah, è stato anche scout e capo scout. Non c’entra nulla, ma non sapevamo che foto mettere altrimenti.

Che lavoro facevano i politici italiani? Matteo Renzi scout

Noccioline, patatine, Coca-Cola, Onestà…

Luigi Di Maio, invece, è la classica persona che nella vita ha fatto un po’ tutto prima di accedere al potere. Ma che andate a pensare? Semplicemente ha svolto diversi lavori: webmaster, articolista, tecnico informatico, cameriere, manovale, steward. Inutile dire che la sua fama lavorativa più nota, è quella di steward presso lo stadio San Paolo di Napoli, dove si dilettava nel vendere onestà da sorseggiare e casta da sgranocchiare.

Che lavoro facevano i politici italiani? Lugi Di Maio Steward

Professore e avvocato del popolo

La storia dell’uomo del momento, Giuseppe Conte, la conosciamo tutti. Vuoi perché è stato accusato di aver falsificato il curriculum, vuoi perché si è affibbiato l’epiteto di avvocato del popolo, vuoi perché lo si ama così tanto che non possiamo non conoscere tutti i suoi segreti. Comunque sia, per amore di precisione, Giuseppe Conte è avvocato civilista ed accademico. Tra i vari incarichi vanta cattedre presso: Università Yale degli USA; Università Maria Santissima Assunta; Università di Roma Tre; Università LUISS di Roma; Università degli Studi di Firenze.

Che lavoro facevano i politici italiani? Giueppe Conte docente

Di Giovanni Manco

Giornalista pubblicista, consulente per la comunicazione politica ed il marketing elettorale. Classe 1995. Decisamente incoerente. Scrivimi: giovanni.manco@hotmail.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Policy Cookie Policy Termini e Condizioni