boris-johnson-matrimonio-si-è-sposato

Boris Johnson si è sposato in gran segreto a Westminster Abbey con la compagna Carrie Symonds e seppur l’ufficio del Primo Ministro non abbia ancora lasciato nessuna dichiarazione ufficiale la notizia ieri mattina era su tutte le prime pagine dei tabloid e newspaper inglesi. Potrebbe sembrare solo un gossip di cronaca rosa da tabloid, eppure questa notizia sembra ricollegarsi ad un altro avvenimento della settimana: l’interrogazione parlamentare (durata quasi 7 ore) a Dominic Cummings.

Boris Johnson: matrimonio segreto o matrimonio tattico?

Se non siete dei junkies della politica British questo nome potrebbe non dirvi un granchè ma Cummings è stato negli ultimi anni una delle figure più influenti e importanti nella Destra britannica. Soprannominato The Brexit Man per il suo ruolo di direttore nel comitato elettorale del Leave per il referendum del 2016, è stato poi consigliere personale di Boris Johnson fino alle sue, plateali, dimissioni nel novembre 2020. Dimissioni che si dice siano state causate proprio dalla moglie Carrie Symonds, ex addetta alle comunicazioni del Partito Conservatore, preoccupata del potere che aveva guadagnato e della sua, troppa, influenza sul Primo Ministro.

Cummings durante la lunga interrogazione parlamentare non si è risparmiato con le critiche nei confronti del suo ex capo e ha accusato Boris Johnson di non essere adatto a fare il Primo Ministro e di aver consapevolmente sottovalutato la pandemia portando alla morte di migliaia di persone. Tra le accuse più pesanti rivolte c’è la sua eccessiva attenzione ai media, tanto da ritenere più importante rispondere ad un articolo che parlava della compagna e del loro cane piuttosto che partecipare alle riunioni del comitato Cobra per la gestione del Coronavirus. Poi Johnson, a detta sui, sarebbe reo di cambiare continuamente idea sulle misure adottate per cercare il favore del pubblico. Addirittura, dice Cummings, Bojo avrebbe detto di preferire una pila di morti al dover imporre un terzo lockdown.

Boris Johnson, matrimonio in gran segreto o matrimonio tattico? Dai suoi social tutto tace

Le accuse non si limitano a quelle contro il Primo Ministro ma coinvolgono anche il Ministro della Salute Matt Hancock che secondo Cummings ha mentito durante le riunioni di Gabinetto sul sistema di Test&Trace e soprattutto di aver mentito sulle dimissioni dei ricoverati gravi di Covid, di cui non veniva accertata la negatività prima di essere trasferiti nelle case di riposo per allentare la pressione sugli ospedali.

Dal 10 di Downing Street non sono ancora arrivate risposte ufficiali alle dichiarazioni dell’ex consigliere; l’unico che si è lasciato scappare un commento è stato Hancock che ha detto di non essere riuscito a seguire tutto l’intervento di Cummings poiché troppo impegnato a salvare vite.

Ma cosa centra tutto questo con il matrimonio di Boris Johnson? Secondo alcuni parlamentari laburisti, molto. Il matrimonio infatti era previsto per il 30 luglio, con tanto di partecipazioni già inviate, e sembra che Westminster Abbey sia stata chiusa di fretta mentre erano presenti visitatori che sono stati invitati a lasciare la Chiesa immediatamente. Il matrimonio segreto e improvvisato dunque sarebbe stata una mossa studiata per distrarre l’attenzione dalle accuse di Cummings. Sarà vero?

via GIPHY

VUOI SOSTENERCI?

Devi fare acquisti online? Allora falli accedendo a questo banner!
Pagherai lo stesso importo, ma noi riceveremo da Amazon una piccola percentuale che ci aiuterà a sostenere Politicamente Incoerenti

Non vuoi perderti nessun nostro articolo? Vuoi avviare una conversazione politicamente incoerente con noi? Ebbene, allora non puoi non entrare nel nostro nuovo gruppo Telegram! Ti aspettiamo-> CLICCA QUI PER ADERIRE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Policy Cookie Policy Termini e Condizioni google-site-verification: googlec94f9c0de2af4eca.html