giuseppe-conte

Stupido sexy Giuseppe Conte, ci farai diventare tutti quanti matti col tuo savoir faire, proprio come hai fatto pochi minuti fa intervenendo in diretta Nazionale in un anonimo sabato di quarantena. Dimenticatevi quel Premier disincantato e dall’aria ingenua: colui che non aveva potere di dire una parola in Parlamento previo consenso dell’allora spin doctor Di Maio, colui che non è stato nulla più che una semplice pedina di un governo nato col peccato originale di non saper da fare. C’è un altro Conte in quel di Palazzo Chigi, il Presidente del Consiglio si è spogliato dei panni di avvocato del popolo per diventarne il salvatore.

A GIUSEPPE CONTE I PIENI POTERI

Giuseppe – possiamo anche chiamarlo confidenzialmente così visto il filo diretto andatosi a creare di sera in sera – ha letteralmente preso per mano l’Italia tentando di condurla verso la fine di questo brutto incubo chiamato Coronavirus. Per fare questo ha dovuto apportare parecchi cambiamenti al suo essere politico: di dpcm in dpcm, di decreto in decreto, di diretta live in diretta live, il Presidente del Consiglio ha trasformato l’Italia in una grossa area geografica rossa dove non è più possibile circolare. Nulla di incostituzionale come in molti sostengono, è scritto a chiare lettere all’articolo 6 della Costituzione che la libera circolazione può essere limitata in caso di guerra o emergenza sanitaria. Tuttavia ci chiediamo: chissà come avrebbe reagito l’opinione pubblica se ad invocare i no alle passeggiate e alle corsette nei parchi fossero stati il Salvini o la Meloni di turno. Rivolte? Appelli all’Onu? Inneggiamenti alla dittatura? Allucinazioni delle vesti dei fantasmi del Fascismo? Non lo sapremo mai. Una cosa è certa, e lo conferma tanto il popolo reale quanto quello dei social, se è Giuseppe a parlare possiamo stare tutti tranquilli. O almeno questa è la sensazione che egli è riuscito a far trasparire. C’è una grossa differenza dunque tra chi ha invocato pieni poteri dal sole cocente di una spiaggia, e chi i poteri se li è presi per davvero senza troppi proclami. Un altro esempio, l’ennesimo, che ci dimostra quanto la forma superi la sostanza nel clima di opinione.

RALLY ROUND THE FLAG EFFECT

C’è una misteriosa magia che spinge l’elettorato a fidarsi, in maniera sempre crescente, del Presidente in carica nel corso di una guerra o di una crisi di qualsiasi tipo. Si tratta del rally round the flag effect, e l’esempio da manuale è il sostegno per George W Bush dopo il disastro dell’11 settembre, quando il consenso intorno a lui crebbe in maniera sensazionale fino a raggiungere dei picchi da record nella storia degli Stati Uniti d’America. La sua rielezione alle Presidenziali del 2004 fu messa in ghiaccio, di fatto, all’alba dell’attentato terroristico alle torri gemelle. La sensazione è che qualcosa del genere sia in potenza anche dalle nostre parti. i sondaggi d’altronde lo confermano: l’hype per Giuseppe Conte è cresciuto tantissimo in queste settimane, così come la sfiducia verso i leader dell’opposizione. Ebbene, se per domani venissero indette elezioni Politiche e Conte si presentasse con un suo partito potrebbe stare certo di fare bella figura, e perché no, di vincere. Un vantaggio politico, da tutta questa situazione, il nostro Premier lo ha ottenuto di sicuro. La sua leadership è in crescendo continuo, una cosa con la quale tutti dovranno fare i conti – da Salvini a Renzi passando per il M5S – quel giorno in cui il governo cadrà o quando semplicemente la Legislatura completerà il suo corso. Insomma, il dado è tratto, Conte ha tutte le carte in regola per giocarsi un futuro roseo nel panorama politico italiano.

La lezioncina di scienza politica è terminata. Potete rilassarvi. Anche perché, in fondo, in fondo, il VERO motivo della popolarità di Giuseppe Conte potrebbe essere tutt’altro…

Sarà per la follia da quarantena, sarà perché abbiamo tutti quanti bisogno di un eroe nei momenti di difficoltà, o sarà soltanto la noia. Eppure tutti sono diventati vittime del suo fascino. Mettetevi comodi e preparate i popcorn, una nuova puntata de “Il Decreto” potrebbe presto apparire sui vostri teleschermi.

  • Dillo ancora Giuseppe, dillo!
  • Andrà tutto bene”

via GIPHY

Stupido sexy Giuseppe Conte, ci farai diventare matti.

Non vuoi perderti nessun nostro articolo? Vuoi avviare una conversazione politicamente incoerente con noi? Ebbene, allora non puoi non entrare nel nostro nuovo gruppo Telegram! Ti aspettiamo-> CLICCA QUI PER ADERIRE

Di Giovanni Manco

Giornalista pubblicista, consulente per la comunicazione politica ed il marketing elettorale. Classe 1995. Decisamente incoerente. Scrivimi: giovanni.manco@hotmail.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Policy Cookie Policy Termini e Condizioni